GIOVANI IN PASSAMONTAGNA CON IL CASCO DA MOTOCICLISTA CHE SPACCANO VETRINE AMPIAMENTE ASSICURATE

11169867_10152807303541200_3777599966853822698_n
Passiamo ad una analisi più ravvicinata del Movimento No Global. Esso è “petizionistico”, perché assume la forma politica delle petizioni ai potenti della terra. Il fatto che oggi le petizioni vengano porte con accompagnamento di musica rock anziché con minuetti e gavotte è rilevante solo sul piano estetico. Il circo contestatore che si raduna a Davos in Svizzera per “contestare” i potenti della terra con sfilate di emarginati di professione rappresenta fino in fondo quella tragicommedia occidentale che si rappresenta fin dal 1968, e cioè la “contestazione” al posto della “rivoluzione”, più esattamente il fatto che non potendo o volendo più fare la rivoluzione se ne mima teatralmente un surrogato “contestativo”.
Il Movimento No Global è “ritualistico” nel senso individuato fin dal lontano 1983 da Günther Anders (da Günther Anders, non da Costanzo Preve!). Da circa due decenni le manifestazioni ritualizzate sono tutte eguali, e rappresentano una forma particolarmente degradata di “cerimonialità impotente istituzionalizzata”.
Al centro bandieroni della pace lunghi quaranta miglia, secondo il principio delle bandiere delle squadre di calcio. Poi un immenso corteo salmodiante con giovani dipinti, eccentrici su trampoli, famigliole con bandierine, coppiette alla Peynet, ceto politico esibizionista in prima fila, preti progressisti, extracomunitari pittoreschi. Ai lati del corteo è sempre previsto un dramma satiresco che si compie a fianco della commedia, basato su giovani in passamontagna con il casco da motociclista che spaccano vetrine ampiamente assicurate ed improvvisano passi da break-dance con loro coetanei a reddito minore vestiti da poliziotti catafratti, mentre il ceto politico esibizionistico ufficiale ripete il mantra per cui “non c’entrano nulla con il movimento”. Curioso, visto che si muovono ancora più veloci degli altri.
Questo ritualismo non esprime soltanto una forma di impotenza (l’impotenza si ritualizza sempre per esorcizzare la propria cattiva coscienza), ma rappresenta anche plasticamente il passaggio epocale da Karl Marx a Guy Debord, cioè dal sogno della rivoluzione proletaria alla realtà amara della società dello spettacolo. In proposito, io non ho nulla sul fatto che di tanto in tanto la masturbazione maschile e femminile sostituisca la mancanza di un partner assente. Sono solo contrario a che essa venga battezzata “amore romantico”.
Il Movimento No Global non è solo petizionistico e ritualizzato. Questi sono anzi aspetti secondari. Il Movimento No Global è soprattutto un movimento sistemico nel senso di “endosistemico”, pienamente interno al sistema. A differenza di come pensano gli ingenui, il moderno capitalismo post-borghese non è una dittatura mono-ideologica, cioè ad ideologia fissa. Le dittature mono-ideologiche (esempi: il comunismo storico Novecentesco, i vari fascismi, i populismi a partito unico, ecc.) sono deboli, perché non possono metabolizzare le opposizioni ed anzi se le concentrano tutte contro. Il moderno capitalismo post-borghese (solo Bertinotti è ancora convinto che sia al potere oggi una “borghesia conservatrice”, basandosi su di una teoria massimalistica di mezzo secolo fa mai rinnovata) ha invece bisogno di un’opposizione, che segnala problemi irrisolti o male risolti, e deve soltanto impedire che si costituisca una vera opposizione incompatibile.

Costanzo Preve, “L’ultima transizione: La tragicomica storia romanzata dei rapporti di Fausto Bertinotti con il comunismo ed i veri problemi che ci stanno dietro”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...