Ingrati Patriottici : La questione Novorussa e Putin

novorussia_map_by_grdgryphonranger-d7ks806

di Irina Osipova

Ora, quando il cosiddetto progetto “Novorossia” (come progetto che include Lugansk, Donbass, Odessa e altre regioni) è chiaramente stato scaricato nasce un nuovo sottostrato politico che se la prende con la Russia e Putin – considerandoli traditori. È veramente ridicolo e poco lungimirante sentire certi “geni” a fare tali discorsi.

La Russia ha mai detto di essere pronta ad annettere le regioni di Lugansk e Donetsk? No. Anzi, ha detto che i referendum non erano svolti per bene e non tutti hanno espresso il loro parere, nonostante la vittoria ufficiale dei “sì”.
È stata la Russia ad opporsi la scorsa primavera ai carri di Kiev facendo le barricate per strada? No. Erano i cittadini delle future repubbliche autoproclamate a nutrire speranze.
La Russia ha mai parlato di voler smembrare l’Ucraina? No. Ha sempre detto il contrario, a parte il caso Crimea dove presso che la totalità dei cittadini è russa e non si sente ucraina e si è espressa per il “sì” praticamente all’unanimità.

Nonostante ciò, come è possibile parlare di “tradimento” quando grazie alle tasse dei cittadini russi continuano ad arrivare migliaia di tonnellate di viveri nel Donbass? Quando in tutta la Russia si faceva e si fanno ancora le raccolte dei viveri per il popolo fraterno in difficoltà? Quando i feriti gravi vengono portati per le cure a Mosca? Quando la Russia ha offerto ospitalità ad un milione (forse 2) ai refugiati ucraini? Quando nei limiti del possibile si aiuta il Donbass, subendo le sanzioni al livello politico e ci si trova sotto pesanti pressioni diplomatiche e mediatiche da parte del mondo occidentale, con il quale la Russia per anni ha cercato di restaurare buoni rapporti? Una volta che ad essere in difficoltà ci sarebbe la Russia chi le verrebbe in aiuto? Nessuno. Sono troppo appetibili le sue risorse per non volerle sbranare.

L’attegiamento di certuni ucraini dell’est e di coloro che cominciano a sparlare della Russia non si differenzia per nulla da quello degli ucraini dell’ovest e si riassume così: “dammi dammi dammi dammi, mi devi, non ti devo niente e se non soddisfi come voglio io ti sputo pure in faccia. I tuoi problemi non mi interessano, sei abbastanza grande per risolverli da sola, intanto dammi dammi dammi”.

Per la Russia il Donbass è una spina nel fianco la quale lei vorrebbe risolvere al più presto al livello diplomatico e con meno morti e spese possibili. Il conflitto conviene solo a coloro che sono interessati ad avere una zona destabilizzata ai confini russi, capace di dissanguinarla ogni giorno, succhiando le sue varie risorse disponibili.

Gli unici ad essere contro gli accodi di Minsk e per la continuazione della guerra sono i cosidetti nazionalisti che domani alle 18:00 si vedono su Maidan. Fossero favorevoli alla sovranità per davvero, avrebbero rivolto le loro critiche contro i veri padroni dell’Ucraina – gli USA, i loro fondi, funzionari presenti, privatizzazioni, vari Saakashvili… ma niente. Vorrebbero la guerra. Quindi, questa storia continua a puzzare.

La Russia non ha intenzione di annettere quelle repubbliche, si sente in dovere di aiutare il popolo del Donbass e lo fa come può senza compromettere la propria esistenza come stato e senza correre il rischio di una guerra totale, capace di trascinarla nella palude mortale.

La situazione è complessa, e il pericolo maggiore continua a provenire sempre dagli stessi: da coloro che sono incapaci di ragionare in termini di geopolitica reale.

La risposta ad ogni domanda è sempre quella che da una risposta alla questione: “A chi conviene?”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...