Il Problema dell’Immigrazione visto da una ragazza Russa

rivolta_immigrati_lampedusa_N4

di Irina Osipova

Capisco la mafia, gli scafisti, i politici che con i clandestini si fanno degli affari, ma la gente che politicamente si impegna soltanto andando al voto come fa non capire che l’immigrazione va regolata per il bene del futuro dei loro stessi figli, e che il fenomeno clandestino comporta dei rischi per la pubblica sicurezza?

Secondo i calcoli dei ricercatori russi il tasso di natalità dei nativi europei è circa 8 volte minore rispetto alla nalalità degli immigrati extraeuropei, i quali spesso sono anche portatori della fede e cultura diversa rispetto a quella originaria del paese ospitante.

Mettendo insieme i pezzi e proiettando la situazione al futuro diventa chiaro che tutto ciò va a destabilizzare gli equilibri sociali. In particolare i rapporti tra nativi/migranti, cristiani/mussulmani, lavoratori/viventi di sussidi, extraeuropei portatori di culture diverse/europei sta mutando quotidianamente. E tra soli 10-20 anni?

Un conto è la Russia, che, ad esempio, ha una storia milenaria di convivenza tra popoli e culture diverse – ciascuna però legata al proprio territorio d’origine… Un’altro conto è quando l’Europa viene colpita a macchia di leopardo e in un breve periodo di tempo dalle ondate immigratorie – portatori di indentità culturali diverse che si vanno ad insediare nel nostro continente, pretendendo nuovi diritti, sussidi, alloggi e altro senza contribuire al benessere e allo sviluppo dell’Europa.

Questo fenomeno è lontano dal poter essere definito flusso di risorse. Si tratta di un flusso di problemi da risolvere quotidianamente. Gli immigrati/clandestini/profughi possono essere delle menti brillanti e dei bravi lavoratori, ma da quando non esistono le condizioni per fare lavorare neanche “le risorse indigene” europee, figuriamoci i clandestini, non è da realisti parlare di risorse umane, a meno che non tratti di risorse dei gestori di business dell’immigrazione.

Per gli equilibri sociali il fenomeno d’immigrazione incontrollata e sfrenata rischia di sfociare prima o poi veramente in una guerra civile o religiosa. Speriamo di no, e sopratutto speriamo che i buonisti si comincino a svegliare e ad essere semplicemente più razionali e realisti.

l problema vero non sono tanto i clandestini infatti, ma chi fa di tutto per creare le condizioni ottimali per attirare le ondate immigratorie in Europa a costo di far rischiare alla gente la propria vita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...